Visita

Visita il museo e scopri

il magico mondo della tipografia

Orari di apertura
Da lunedì a sabato
9—13 / 14—18
Chiuso i giorni festivi.
Aperture straordinarie
su appuntamento.

Ingresso
Intero: € 5,00
Ridotto: € 4,00
(Studenti e Over 65)
Gratuito: Bambini al di sotto
degli 8 anni e disabili

Visite guidate
(Solo su prenotazione)

• Ingresso e visita guidata
(italiano-inglese)
Durata circa 1 ora
€ 7,00 a persona
Minimo 15 partecipanti

• Ingresso e visita guidata
(italiano-inglese)
con prova di stampa 
Durata 2 ore e 30 minuti
€ 25,00 a persona
Minimo 4 persone

Contatti utili
Telefono 0423.86338
Fax 0423.665109
mail museo@tipoteca.it

Il percorso accompagna il visitatore alla scoperta degli strumenti e della storia della tipografia attraverso postazioni che illustrano non solo le peculiari azioni del lavoro del tipografo (composizione a mano e stampa), ma anche il decisivo ruolo dei tanti mestieri legati al mondo dei caratteri: incisione dei punzoni, preparazione delle matrici, fusione dei caratteri e, ancor prima, il progetto e il disegno dei caratteri. La visita svela la ricchezza di quello è che il cuore pulsante del percorso espositivo: la collezione di caratteri, matrici e punzoni.
Le macchine sono eloquenti testimoni del saldo intreccio tra ingegno e meccanica: torchi a leva, pianocilindriche, platine e fonditrici manifestano la singolare natura del mestiere del tipografo, in costante bilico tra creatività manuale e tecnica raffinata.

Lascia spazio alla meraviglia, inizia un cammino di scoperta: dalla fabbricazione dei caratteri tipografici all’esposizione di macchine d’epoca, fino alla Galleria delle arti dedicata a designer, stampatori e letterati che hanno dato forma alla cultura visiva di intere generazioni.

tipoteca_visita_museo_01_dettaglio_01

Il percorso espositivo porta alla luce la storia del lavoro di alcuni protagonisti del design tipografico del ’800 e ’900: gli Amoretti (inizi ’800), Luigi Melchiori (1864–1946); Alberto Tallone (1898–1969); Giovanni Mardersteig (1892–1977); le vicende di storiche fonderie come la Nebiolo (Torino) o la Fonderia Tipografica Cooperativa (Milano, Peschiera Borromeo).
Emerge la figura di maestri del disegno dei caratteri italiani quali Aldo Novarese (1920–1995), uno dei protagonisti dello Studio Artistico Nebiolo. Specimen e campionari raccontano della raffinata estetica di caratteri che hanno disegnato il familiare stile di testi e insegne: Semplicità, Dante, Garamond Simoncini, Microgramma, Eurostile, Neon…

tipoteca_visita_museo_02_dettaglio_01
tipoteca_visita_museo_02_dettaglio_02
tipoteca_visita_museo_02_dettaglio_03

Nella postazione Fonderia al pianoterra, la cassettiera con 1.083 cassetti raccoglie oltre 1.400 serie di matrici in rame e in lega. Provengono da due storiche fonderie italiane: la Fonderia Tipografica Cooperativa di Peschiera Borromeo (Milano) e la Fonderia Giovanni Azzaro (Roma), che aveva rilevato a sua volta la Fonderia Pierallini & Turchi di Firenze.

Incidere a mano i punzoni per creare dei perfetti caratteri a rilievo è tra le arti più difficili al mondo. Punto di partenza dell’esecuzione di un carattere era la creazione dei punzoni: un compito affidato esclusivamente a mani esperte e a occhi infallibili.
I punzoni provenienti dalla fonderia dei Fratelli Amoretti, risalenti alla fine del XVIII secolo, sono un nucleo prezioso e unico. Comprovano, infatti, l’assoluta maestria di questi abili incisori e sono la concreta testimonianza della loro vicinanza al gusto e allo stile di Giambattista Bodoni, con il quale hanno a lungo collaborato.

tipoteca_visita_museo_03_dettaglio_01
tipoteca_visita_museo_31
tipoteca_visita_museo_04_dettaglio_02

ph. Basile

ph. Marin

ph. Marin

tipoteca_visita_museo_05_dettaglio_01
tipoteca_visita_museo_05_dettaglio_02

Le pareti-archivio in Tipoteca custodiscono il vero tesoro della collezione: i caratteri raccolti nella lunga ricerca di materiali e ritirati da ogni angolo d’Italia.
L’archivio del piombo raccoglie oltre 1.600 polizze di caratteri, ordinati e inventariati, disposti in più di 600 cassetti metallici. L’archivio di caratteri di legno nei suoi 1.260 cassetti racchiude 1.828 serie di caratteri di legno, da 3 righe fino a 150.

tipoteca_visita_museo_04

Sezioni correlate